Igea Virtus- Giarre 2-1

25.11.2015
L'Igea Virtus regola il Giarre senza troppi patemi, dominando la gara ben al di là di quanto dica il risultato finale. Il primo tempo è un monologo giallorosso: il vantaggio matura dal dischetto dopo tredici minuti grazie a Cardia, che fulmina Riccardo Trovato e consente alla propria squadra di giocare con maggiore tranquillità su un campo ai limiti della praticabilità e contro un vento tanto inesorabile quanto fastidioso. Sfiorano la rete anche Crifò, la cui conclusione sullo 0-0 si impantana a pochi centimetri dalla linea fatale, e Mazzù, che spara sul fondo da buona conclusione. Al quarantesimo il raddoppio di Isgrò, che capitalizza una serpentina di Crifò depositando in rete un delizioso tiro, non molto potente ma perfido, trafiggendo un Trovato non del tutto esente da colpe. La ripresa è pura accademia, con il Giarre assolutamente evanescente in avanti e con Isgrò che sfiora il tris con un fantastico tiro di controbalzo dal limite: complice una lieve deviazione di un difensore, il pallone scheggia il palo e finisce fuori. Successivamente ancora Isgrò e poi Cannavò sfiorano il goal. Inferrera, spettatore non pagante per 95 minuti, capitola in pieno recupero ad opera di Leotta a coronamento di una mischia in area: il portiere giallorosso respinge una prima conclusione ma nulla può sul tap in dell'attaccante gialloblu. Festa grande sugli spalti, ma mister Raffaele non si concede pause: la mente è già rivolta alla Sicula Leonzio, prossima ospite al D'Alcontres domenica 29 novembre.   IL CAPO UFFICIO STAMPA DOMENICO LA CAVA

Commenti

Fischietto campano per Sporting VIagrande- Igea Virtus
BARCELLONA POZZO DI GOTTO... TOCCA A TE !!!