igea: la stagione si chiude con un terzo posto meritato

12.04.2015
Si chiude con un pareggio la stagione dell’Igea Virtus, che ferma la capolista Scordia al “D’Alcontres”. 1-1 il finale, un pareggio doloroso per gli etnei che vedono sfumare all’ultima giornata la promozione in serie D, con il sorpasso in vetta del Siracusa, che approda in quarta serie. E dire che i rossoazzurri erano passati in vantaggio grazie alla rete di Bertolo, al 46’, ripresa dal goal di Biondo, giunto in pieno recupero e che ha fissato il punteggio finale. L’Igea Virtus ormai fuori dai giochi per i play off ha onorato il match, giocando al massimo ed ha chiuso così la stagione al terzo posto. Partita vibrante al “D’Alcontres”, con gli ospiti di Serafino che prendono subito in mano le redini del gioco e provano a conquistare quella vittoria che li porterebbe dritti in serie D. Al 21’ la prima grande occasione per i rossoazzurri, bella combinazione tra Cocimano e Ousmane, quest’ultimo calcia da posizione ravvicinata, è bravo Scibilia a deviare in angolo. Sul corner respinta di Ravidà, la sfera termina sui piedi di Castiglia, che però calcia alto sulla traversa. Un minuto dopo è ancora lo Scordia a rendersi pericoloso, con Cocimano che dinanzi al portiere igeano non riesce a concludere in rete e si fa ipnotizzare dall’estremo difensore di casa. Al 26’ altra occasione per gli etnei, il tiro cross del terzino Tarantino viene respinto da Scibilia, Ousmane non riesce a deviare in rete. Al 34’ altra buona chance per gli ospiti, stavolta è Rametta a impegnare il portiere giallorosso, che devia in angolo. Al 40’ ancora il numero 11 rossoazzuro sfiora la rete del vantaggio, ben imbeccato da Privitera, calcia al volo, il bravo Scibilia respinge in angolo. Due minuti dopo si fa viva anche l’Igea Virtus, che sfiora l’1-0. Isgrò serve Paolo Genovese che solo dinanzi a Fagone Pulice prova il pallonetto, il portiere ospite para agevolmente. Al 46’ il vantaggio dello Scordia, che arriva direttamente su calcio piazzato. E’ Bertolo a realizzare con un preciso sinistro a giro dal limite. Il primo tempo si chiude con gli etnei in vantaggio e virtualmente in serie D. Proprio mentre i giocatori delle due squadre si avviano verso gli spogliatoi, accenni di rissa tra alcuni di essi e proprio Bertolo, autore del goal dello Scordia, colpisce con una manata il giovane Antonio Genovese. L’arbitro vede tutto e non può che espellere il difensore dello Scordia. Nella ripresa l’Igea Virtus, forte della superiorità numerica, prende in mano il pallino del gioco e prova a pareggiare. Al 9’ però è ancora la formazione di Serafino a rendersi pericolosa, con il solito Ousmane che dal limite lascia partire un bel destro, Scibilia fa buona guardia e devia in angolo. Al 20’ Pino di testa sfiora il pari igeano, la sfera termina di poco fuori. Tre minuti dopo gran tiro al volo dal limite dell’area di Lanza, Fagone Pulice è bravo a respingere. Al 36’ attimi di panico al “D’Alcontres”, il difensore Di Stefano si accascia a terra per un malore, poco dopo però si riprende. Verrà trasportato dall’ambulanza al “Cutroni Zodda”, le sue condizioni però non destano preoccupazioni. Alla ripresa del gioco doppia occasione per l’Igea Virtus che sfiora il pari. Al 44’ clamoroso palo di Isgrò, due minuti dopo lo stesso attaccante igeano tira dal limite, il portiere ospite blocca a terra. In pieno recupero il pareggio di Biondo, che solo davanti a Fagone lo batte con un preciso destro. L’Igea Virtus ha anche l’occasione per centrare il successo pieno, Pino solo dinanzi al portiere ospite calcia però alto. Finisce così, con la delusione dello Scordia e dei suoi 400 tifosi giunti al “D’Alcontres” per festeggiare la promozione. In serie D ci va il Siracusa, gli etnei dovranno passare dalla fase nazionale dei play off per ottenere il salto in quarta serie. L’Igea Virtus chiude la stagione con un prestigioso terzo posto, che però non vale la disputa dei play off. La terza piazza e l’ottimo campionato disputato sono un buon viatico per programmare la prossima stagione, che vedrà i giallorossi ancora in Eccellenza. Il tabellino Igea Virtus: Scibilia, Ravidà, Di Stefano, Carrello, Cardia(16’Lanza), Ferrara, Biondo, Crifò(17’St Di Salvo), A. Genovese, Isgrò, P. Genovese(14’ St.Pino). A disp. Galipò, Paratore, Accordino, Serraino. All. Raffaele Città di Scordia: Fagone Pulice, Crisafulli, Tarantino, Privitera, Castiglia, Bertolo, Messina, Zumbo, Ousmane, Cocimano(28’ St. Marziale), Rametta(1’ St. Diop). A disp. Cultrera, L. Serafino, Gallipoli, Russo, Bellino. All. N. Serafino tratto da www.24live.it

Commenti

Igea Virtus - Città di Scordia: info accrediti
IN RISPOSTA ALL'ARTICOLO APPARSO SUL SITO UFFICIALE DEL CITTA' DI SCORDIA