3 punti del cuore dedicati ad Orti Tullo: Igea 1 -Taormina 0

16.02.2015
Ha dovuto faticare più del dovuto l'Igea Virtus per avere la meglio su un combattivo Taormina, che nonostante la doppia inferiorità numerica ha lottato fino alla fine per provare a casa un punto che avrebbe mantenuto accesso la leggerissima luce delle salvezza. A consegnare i tre punti alla squadra di Raffaele ci ha pensato Pino, entrato nella ripresa, con un colpo di testa a due minuti dal novantesimo. Vittoria fortemente voluta con una dedica speciale al G.M. Benedetto Orti Tullo che in settimana ha perso il padre. Avvio di gara propositivo dell'Igea, che cerca il vantaggio con Biondo e Di Stefano. Poco prima del quarto d'ora il Taormina si affaccia dalle parti di Scibilia: assist di Maggioloti per Battaglia, interviene il portiere giallorosso. Sulla ripartenza Isgrò serve Biondo che fa partire un bel tiro a girare, palla alta. L'ex Brolo Isgrò tenta il numero in mezzo all'area su calcio d'angolo poco dopo, bello il gesto tecnico ma la mira non è precisa. Al 23' ancora Isgrò lancia Biondo che ad un passo dall'area di rigore viene atterrato da Mammone: espulsione e ospiti in dieci. La punizione successiva viene malamente sprecata da Biondo. Tra gli jonici entra Mirabella al posto di Traviglia e si piazza al centro della difesa. Al 31' contropiede dei padroni di casa con il passaggio smarcante di Serraino per Biondo che calcia a botta sicura ma trova la traversa a dirgli di no. Locali nuovamente vicino al gol con un conclusione di Lanza deviata da Scalia. Poco dopo ammonito Serraino per simulazione in area dopo un contatto con Filistad. Il primo tempo si chiude 0-0. Doppio cambio nell'Igea al 4': esce Scibilia entra Paratore, esce Di Salvo ed entra Paolo Genovese. Altra chance per la banda di Raffaele al 6': parla persa da Filistad, Serraino si invola e colpisce ma Scalia si oppone rifugiandosi in corner. L'Igea prova a trovare il sorpasso ma gli ospiti si difendono con ordine, ai padroni di casa continua a mancare il “peso” di un punta centrale. La compagine biancoazzurra rimane in nove per l'espulsione di Cannizzo, reo di avere fermato fallosamente Isgrò lanciato a rete. Al 70' Raffaele rischia tutto e getta nella mischia Pino per Lanza. Paolo Genovese sfiora la rete con un colpo di testa fa la barba al palo. Tentativo del neo entrato Pino su angolo di Isgrò: ancora nulla di fatto. Serraino spara dal limite ma non trova la marcatura. A tempo quasi scaduto l'Igea trova il vantaggio con Pino che insacca di testa dopo la risposta con i pugni di Scalia su conclusione di Cardia. tratto da www.messinanelpallone.it

Commenti

Igea - Taormina arbitra Gugliandolo di Messina
Arbitro Acese per Vittoria -Igea Virtus