e sono 8 : igea 1 - siracusa 0

22.03.2015
È un’Igea Virtus da record quella che, al “D’Alcontres”, batte anche la capolista Siracusa con un gol di Biondo nel finale e conquista l’ottavo successo consecutivo. I giallorossi di mister Raffaele si presentano con la pesante assenza di Cardia (squalificato) in mezzo al campo, mentre gli aretusei si affidando all’attacco Mascara-Contino. È il big-match della 28^ giornata con le due formazioni costrette a vincere: i giallorossi per continuare a sperare nei play-off, gli azzurri di mister Anastasi per la promozione diretta in Serie D. Avvio di marca barcellonese con la conclusione al volo di Pino (6’) che finisce alta di poco. I padroni di casa si fanno preferire e comandano le operazioni, ma non finalizzano. Al 19’, bella iniziativa personale di Genovese, che, però, guadagna solo un corner. Il Siracusa, invece, fatica a impostare, ma al 23’ sfiora a sorpresa il vantaggio: su angolo di Grasso, da pochi passi, Mascara, lasciato colpevolmente solo, di testa, colpisce il palo e grazia l’Igea. Il match cala di intensità, ma nel finale sono ancora gli aretusei a rendersi pericolosi e vanno vicini al gol con Arena, che si presenta solo davanti a Galipò, ma il portiere è prodigioso e manda in angolo. Isgrò replica un minuto dopo, ma colpisce male da buona posizione; l’attaccante recupera e chiama Lanza al tiro che, deviato da un difensore, per poco non inganna Vitale. Il primo tempo si chiude così senza reti, ma dopo un buon impatto sulla gara, l’Igea, meglio sul piano del gioco, lascia spazio al Siracusa che fallisce due clamorose occasioni. La ripresa si apre con le prime proteste dei locali che, al 48’, reclamano per una trattenuta in area su Pino, ma l’arbitro lascia correre. Poco dopo (52’), mister Raffaele manda in campo anche Paolo Genovese per lo stesso Pino per dare maggiore peso al reparto offensivo  e, due minuti dopo, il neo entrato impegna Vitale che non trattiene ma nessun attaccante giallorosso riesce a ribadire in rete. La gara si accende e le squadre costruiscono diverse palle gol: al 55’ ci prova Grasso, tiro debole e ben controllato da Galipò, che si ripete al 61’ sul tiro-cross di Palermo. Un minuto dopo, ancora proteste dei padroni di casa per un dubbio fuorigioco fischiato a Paolo Genovese, pronto a involarsi verso la porta avversaria. La ripresa è molto più vivace e le squadre più lunghe. Al 70’ ci vuole ancora un miracolo di Galipò, che salva il risultato, deviando in corner il tiro ravvicinato di Palermo, mentre al 71′ è Di Stefano che evita guai peggiori sulla botta sicura di Grasso. Gli aretusei sono costretti a vincere per mantenere il primato e continuano a spingere: al 76’, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Orefice, di testa, indirizza verso la porta, ma Carrello respinge sulla linea. Con gli ospiti in pressione, l’Igea potrebbe approfittare degli spazi per ripartire in velocità, ma non riesce a concretizzare fino all’89’, quando, su servizio di Pandolfo, appena dentro l’area Biondo, di potenza, trafigge Vitale e fa esplodere il “D’Alcontres”. La formazione di mister Anastasi tenta l’assalto finale nei quattro minuti di recupero, ma non riesce mai a farsi vedere dalle parti di Galipò e, anzi, rischia il 2-0 al 92’ ancora con lo scatenato Biondo, ma Vitale manda in angolo. Non c’è più tempo e l’Igea Virtus continua così la marcia verso i play-off: è un risultato, infatti, che cambia gli scenari nelle prime posizioni. Il Siracusa perde il primato, resta a quota 56 e viene scavalcato dal Città di Scordia (57 punti), mentre la squadra di mister Raffaele sale a quota 47 riducendo a 9 punti la distanza dal secondo posto. Un gap che, al momento, consentirebbe, ai giallorossi di giocare i play-off. Nel prossimo turno, il penultimo, l’Igea farà visita al San Pio X, il Siracusa sarà impegnato nel derby in casa del Rosolini, mentre lo Scordia attende il Città di Messina. IGEA VIRTUS-SIRACUSA 1-0 Igea Virtus: Galipò, Ravidà, Di Stefano, Lanza, Carrello, Pandolfo, Biondo, Accordino (77’ Di Salvo), Pino (52’ Genovese P.), Genovese A., Isgrò (93’ Ferrara). All.: Raffaele Siracusa: Vitale, Liistro, Santamaria, Arena (64’ Santanna), Orefice, Pettinato, Mascara, Palermo (82’ Petrullo), Contino, D’Agosta (77’ Fichera), Grasso. All.: Anastasi Reti: 89’ Biondo Arbitro: Maggio di Lodi Assistenti: Cicero e Fusari di Catania Ammonizioni: Liistro, Arena, Mascara, Orefice, Ravidà Recupero: 1’ e 4’ tratto da www.messinanelpallone.it

Commenti

AVANTI IGEA VIRTUS, E' IL MOMENTO DI CREDERCI!
immagini ed interviste Igea -Siracusa